venerdì 7 ottobre 2022

[Recensione] "Keep Holding On" di Susane Colasanti

Avete mai riletto un libro a distanza di anni, quasi un decennio? 
La vostra opinione è rimasta la stessa oppure è cambiata?


Titolo: Keep Holding On
Autrice: Susane Colasanti
Data di uscita: 31 marzo 2012
Pagine: 202 (copertina rigida)
Editore: Viking Juvenile
Link Amazon: https://amzn.to/3UTYcct

Trama [tradotta da me]: La vita di Noelle si basa solo sulla sopravvivenza - neanche la sua migliore amica sa quanto venga bullizzata oppure i modi in cui sua madre si dimostra noncurante. Noelle ha tenuto così tanto della sua vita nascosto che quando la sua cotta di lunga data Julian Porter comincia a prestarle attenzione, lei è assolutamente terrorizzata. Certamente è più sicuro restare nascosta che rischiare il dolore di un cuore infranto ma, quando l'antagonismo dei suoi compagni di classe inizia a prendere una pessima piega, Noelle capisce che è arrivato il momento di farsi valere--e di farlo anche per l'amore di chi non la vuole veder mollare.
 
--- ---
 
TRIGGER WARNING: bullismo, pensieri suicidi e autolesionisti, suicidio di un personaggio secondario (off-screen), problemi famigliari. 
 
 
A volte i ricordi sono ingannevoli - o forse è la percezione delle cose che cambia con il tempo e con noi. Questo libro l'avevo "leggiucchiato" ormai quasi dieci anni fa, subito prima di iscrivermi a Goodreads o immediatamente dopo. All'epoca cercavo principalmente libri che parlassero di bullismo e vuoi perché otto o nove anni fa erano comunque otto o nove anni fa oppure perché nel frattempo sono diventata io un'altra persona, al tempo ricordo che mi avesse colpita molto di più mentre adesso che l'ho (ri)letto per bene tanto da segnarlo finalmente su Goodreads, sono rimasta un po'... meh. 
 
Intanto però devo dire che sono contenta che qui non ci sia il ragazzo che arriva a salvare la protagonista e magicamente va tutto a posto - anzi, e per fortuna. Ricordavo una presenza più massiccia di Julian e invece quasi non lo si vede interagire con Noelle se non all'inizio e alla fine del romanzo - che anche qui mi chiedo poi come si arrivi alla dichiarazione d'amore, ma vabbè. Cioè, si intuisce che sono amici, che si parlano più o meno regolarmente da anni prima dell'inizio delle lezioni e tra una lezione e l'altra, che lui è a conoscenza della sua presenza e non fa parte dei bulli (ma non fa nemmeno neanche tanto per farli smettere), però resta tutto fuori dalle pagine quindi il lettore rimane un po'... meh, nel senso che si domanda questi sentimenti da dove saltino fuori. 
 
Noelle per il resto non ha una vita facile - sua madre si disinteressa completamente di lei, non fa che lamentarsi del suo lavoro e incolpare Noelle di averle rovinato la vita con la sua esistenza. Sono povere che vivono in un paese ricco e Noelle percepisce sempre il confronto con gli altri, che la bullizzano soprattutto per questo. Per certi aspetti ancora oggi mi sono sentita vicina a Noelle, per altri invece no. Molte delle sue rimostranze riguardano il cibo - la mancanza di esso oppure la sua qualità e ci sta, nel senso che Noelle è sicuramente malnutrita e tutti, potendoselo permettere, preferirebbero un pasto come si deve e frutta e verdura fresche. Ma se hai veramente fame ti accontenti di quello che c'è, che sia anche il cibo del McDonald's oppure un'insalata di patate che tua madre mette a tavola - ovvio che a poter scegliere uno ha delle preferenze, ma quando hai veramente fame non stai a guardare se le verdure vengono da una confezione di latta. 
 
Il bullismo a scuola è diverso, ha toccato un'altra corda dentro di me - sebbene anche qui in parte sì e in parte no. Forse perché alle medie mangiavamo tutti in mensa e al liceo non si stava a badare se ti portavi il tramezzino da casa, se prendevi qualcosa alle macchinette oppure se andavi dal paninaro a prenderti la pizza o il panino. Il fatto che prendessero in giro Noelle per il suo pranzo - o meglio, per quello che riusciva a mettere insieme come pranzo - è qualcosa che forse non capirò mai forse perché io venivo presa in giro per il mio aspetto e basta, al massimo quando ero alle medie c'era la distinzione tra chi veniva dalla campagna e chi stava in paese. Magari per chi sta in una Milano è diverso e assomiglia a quello che ha vissuto Noelle. 
 
Ricordo che quando lo "leggiucchiai" all'epoca, mi sentii più coinvolta da Noelle e dalla sua storia. La narrazione molto frammentata - ma sicuramente adatta ad esprimere quanto Noelle si senta fuori posto e si alieni da tutto e da tutti - però spesso non mi ha permesso di sentirmi coinvolta emotivamente quanto avrei voluto e dovuto. Anche Some Girls Are di Courtney Summers ha una narrazione simile, ma quella di Regina è tutta un'altra storia e la Summers è la Summers.  
 
Ho comunque apprezzato il momento in cui Noelle decide di farsi valere e che ne ha abbastanza di subire in silenzio, grazie anche all'aiuto della sua migliore amica Sherae e del sostegno inaspettato di Simon, un altro compagno di classe. Ho trovato che anche loro però non intervenissero abbastanza in difesa di Noelle - ed è vero che Sherae ha anche lei il suo bel carico a cui pensare (SPOILER: il suo ormai ex-ragazzo non si è fermato quando lei ha detto "stop" e di fatto l'ha violentata e ora non la lascia in pace perché nemmeno capisce cos'ha fatto di sbagliato), ma sarà che io avevo delle persone che erano sempre pronte a difendermi e quindi l'indifferenza di chi ti dovrebbe essere più vicino non l'ho sperimentata, il resto del bullismo quando ero sola invece sì.
 
Insomma, credevo che mi sarebbe piaciuto di più ad una seconda lettura - credevo l'avrei amato come nel 2013 o forse 2014. Ha dei punti molto forti a livello emotivo che mi hanno fatta arrabbiare, stare in ansia e sottolineare molte frasi, ma ci sono stati altri momenti in cui mi sentivo distaccata da Noelle e dalla sua storia - ci ho messo di più a leggere questo libro che altri che avevano molte più pagine. Anche di Julian avevo un altro ricordo, più presente e più da Fidanzato di Carta, ma viste le premesse della trama che mi avevano fatto presagire il peggio a questo punto sono contenta che sia andata così. 
 

mercoledì 5 ottobre 2022

[Recensione] "Ancora una volta con te" di Dustin Thao

Diciamo che ho cominciato ottobre piangendo una valle di lacrime.
 
 
Titolo: Ancora una volta con te
Titolo originale: You've Reached Sam
Autore: Dustin Thao
Data di uscita: 7 aprile 2022
Data di uscita originale: 9 novembre 2021
Pagine: 309 (copertina flessibile)
Editore: Newton Compton Editori
Link Amazon: https://amzn.to/3AEHHrk

Trama: Julie ha solo diciassette anni ma ha già tutto chiaro in testa: lascerà la piccola città in cui è cresciuta insieme a Sam, il suo ragazzo. Il college li aspetta e, insieme, stanno già pianificando un’estate magica in Giappone. Ma poi Sam muore. E tutto cambia. Il dolore arriva con una potenza distruttiva e Julie fa del suo meglio per arginare le profonde ferite del cuore nell’unico modo che conosce: fuggire via. Non partecipa al funerale, butta via le cose che le parlano di Sam. Fa di tutto per dimenticare. Ma quando le capita sotto gli occhi un messaggio che lui le aveva scritto, i ricordi tornano a galla. E la mancanza di Sam le toglie il fiato. Sperando di poter ascoltare la sua voce almeno nella registrazione della segreteria telefonica, compone il numero del suo cellulare. E Sam… risponde al telefono. Adesso che il destino le ha dato una seconda occasione per dirgli addio, Julie si rende conto che non può più fare a meno della sua voce. E a ogni chiamata è sempre più difficile lasciarlo andare. È così sbagliato ostinarsi a tenere vivo un amore impossibile?

--- ---

Come altro chiamare, se non realismo magico, l'eventualità che la persona che hai appena perso per sempre risponda al telefono quando la chiami? 

Perché è quello che succede a Julie, una settimana dopo aver perso il suo ragazzo Sam. 
Julie, che non è neanche riuscita ad andare al funerale o a parlare con la famiglia di lui, decide che ora è il momento di andare avanti e comincia a disfarsi di tutto ciò che glielo ricorda ma, al culmine della disperazione e dei sensi di colpa, Julie chiama d'istinto Sam... e Sam risponde al telefono. 

Julie non era riuscita a dirgli addio, ha ancora bisogno di Sam e per Sam è lo stesso, ovunque si trovi. La loro è una connessione che gli altri non potrebbero capire, ma Julie è consapevole che questa ha un tempo limitato - Sam gliel'ha detto. 
Eppure come può pensare di doverlo perdere un'altra volta? Anche se le è stata concessa una seconda chance, un'altra possibilità di fare le cose per bene e dire addio forse con il cuore in pace, come si può anche solo pensare di interrompere la connessione e non sentire mai più la voce di Sam? Come può pensare di rinunciare alla presenza di Sam, sebbene in una forma così limitata?


Sarò sincera: ho pianto in diversi punti del libro e alla fine del romanzo singhiozzavo. 

Per me è stato facile immedesimarmi in Julie: aveva dei progetti, aveva un futuro pianificato con Sam e improvvisamente si ritrova da sola a partire da zero dopo il diploma. Siamo con lei per tutto il romanzo mentre elabora il lutto - o almeno ci prova - e allo stesso tempo si aggrappa alla voce di Sam dall'altra parte del telefono. Una parte di lei sa che deve andare avanti - e sa anche che dipende da lei perché pure Sam riesca ad andare avanti - eppure l'altra parte di se stessa è bloccata, ancorata a tutte le cose che lei e Sam avevano insieme e quelle che non sono riusciti a fare. 

Mi sono innamorata anche io di Sam ascoltandolo al telefono e attraverso i ricordi di Julie. Come non amarlo mentre anche lui si aggrappa a lei perché non è ancora pronto a lasciarla e a lasciarsi andare e intanto le mostra cose e luoghi che aveva pensato o promesso a Julie avrebbero visto insieme. Alla fine è Sam quello che la aiuta a muovere di nuovo i primi passi nel mondo, ricucendo vecchi rapporti e instaurandone di nuovi. 

Quello tra Julie e Sam è uno di quegli amori che ti cambiano la vita, di quelli che dopo non sei più la stessa, di quelli che porti nel cuore finché hai vita. 
 
Le ultime pagine - insieme ad altri momenti particolari - sono state strazianti all'inverosimile, tanto che sto piangendo ancora adesso mentre ci ripenso e penso anche alle seconde opportunità che noi non abbiamo e quante volte non sappiamo che è un addio finché non è troppo tardi. 
 

sabato 1 ottobre 2022

Monthly Recap | Settembre 2022

Come fa ad essere già ottobre? 
 
Perché è vero che io non vedevo l'ora che passasse il caldo umido e soffocante, ma non sono nemmeno pronta al buio presto e al freddo - oltre che qui da me, come finisce la stagione estiva, poi la sera non c'è quasi più niente da fare. 

E niente, questo mese comunque è stato pieno di cose lette, viste e ascoltate - ho persino sgombrato una parte di casa che aspettava da quasi un anno che ci mettessi mano, ma in realtà avrei ancora un'intera libreria da sistemare. Ops. 



LETTURE

https://www.goodreads.com/book/show/35223287-playlist-l-amore-imprevedibile  https://www.goodreads.com/book/show/52717440-la-notte-che-ho-dipinto-il-cielo  https://www.goodreads.com/book/show/34753800-un-cuore-bugiardo

https://www.goodreads.com/book/show/40501645-ogni-nostro-segreto  https://www.goodreads.com/book/show/10163948-jack-alice  https://www.goodreads.com/book/show/32740768-dopo-di-lei

https://www.goodreads.com/book/show/32876640-cuori-confusi  https://www.goodreads.com/book/show/37761998-fragili-bugie  https://www.goodreads.com/book/show/33911682-ora-e-per-sempre

https://www.goodreads.com/book/show/28288210-te-lo-dico-sottovoce  https://www.goodreads.com/book/show/9962023-i-dolori-del-giovane-walter  https://www.goodreads.com/book/show/25686352-waiting-for-clark
 
Playlist - L'amore è imprevedibile di Jen Klein
La notte che ho dipinto il cielo di Estelle Laure
Un cuore bugiardo di Katie McGarry
Ogni nostro segreto di Katie McGarry
Jack & Alice: Ozi e vizi a Pammydiddle di Jane Austen
Nothing More - Dopo di lei di Anna Todd
Nothing More - Cuori confusi di Anna Todd
Nothing Less - Fragili bugie di Anna Todd
Nothing Less - Ora e per sempre di Anna Todd
Te lo dico sottovoce di Lucrezia Scali
I dolori del giovane Walter di Luciana Littizzetto
Waiting for Clark di Annabeth Albert


CRONACHE DI AUSPICABILI BUONI PROPOSITI - ovvero cercare di leggere almeno due cartacei e due eARC al mese.

Cartacei: Playlist - L'amore è imprevedibile di Jen Klein | La notte che ho dipinto il cielo di Estelle Laure | Un cuore bugiardo di Katie McGarry | Ogni nostro segreto di Katie McGarry | Jack & Alice: Ozi e vizi a Pammydiddle di Jane Austen | Nothing More - Dopo di lei di Anna Todd | Nothing More - Cuori confusi di Anna Todd | Nothing Less - Fragili bugie di Anna Todd | Nothing Less - Ora e per sempre di Anna Todd | Te lo dico sottovoce di Lucrezia Scali | I dolori del giovane Walter di Luciana Littizzetto
eARC: n/a
 
 
Questo mese mi sono data alle letture in italiano - e in cartaceo - come probabilmente non accadeva da anni. Se vogliamo dirla tutta è stato anche un mese alquanto all'insegna del trashino perché, escludendo certe cose, vedete anche voi a cosa mi sono dedicata pur di mettere un punto ad una certa serie di libri. 
 
 
SOME (NEW) BOOKS ARE (HERE)
 
 
 
REGALI ED EXTRA
 
Thistle di Cathy Greco [eARC]
Just Like Us di Elizabeth Arroyo [eARC]
Out of the Ashes di Kara Thomas [eARC]
The Rivals of Casper Road di Roan Parrish [eARC]
Fracture di Elyse Hoffman [eARC]
 
 
SERIE TV
 
STO SEGUENDO:
 
  • Bull - stagione 6 [7/22]
  • NCIS: Los Angeles - stagione 13 [7/22]
  • The Flash - stagione 8 [17/20]
 
HO INIZIATO:
 
  • Batwoman - stagione 3 [2/13]
  • S.W.A.T. - stagione 5 [2/22]
 
HO TERMINATO:
 
  • Batwoman - stagione 2
  • Chicago Med - stagione 6
 
HO INTERROTTO:
 
  • Chicago P.D. - stagione 9 [14/22] - interruzione di Italia 1
  • FBI: Most Wanted - stagione 3 [9/22] - interruzione di Italia 1
 
TIME WASTED:
 
  • THEN: 2 years, 28 days, 23 hours, 44 minutes
  • NOW: 2 years, 1 month, 12 hours, 14 minutes
 
 
 
FILM

https://www.imdb.com/title/tt6503354/?ref_=nv_sr_srsg_0  https://movieplayer.it/film/first-love_60169/  https://movieplayer.it/film/tornare-a-vincere_50040/

https://movieplayer.it/film/bullet-train_54087/  https://movieplayer.it/film/labbinamento-perfetto_60033/  https://movieplayer.it/film/prendimi_49155/

https://movieplayer.it/film/game-night-indovina-chi-muore-stasera_46913/  https://movieplayer.it/film/trouble-with-the-curve_31263/  https://movieplayer.it/film/black-mass-lultimo-gangster_26264/

https://movieplayer.it/film/spiderhead_55045/  https://movieplayer.it/film/let-it-snow-innamorarsi-sotto-la-neve_45430/  https://movieplayer.it/film/sierra-burgess-is-a-loser_49605/

https://movieplayer.it/film/life-of-the-party_32967/  https://movieplayer.it/film/tall-girl_51797/  https://movieplayer.it/film/tall-girl-2_59513/

https://movieplayer.it/film/rampage-furia-animale_43755/  https://movieplayer.it/film/after-4_57070/  https://movieplayer.it/film/lamore-criminale_42107/
 
  • Un Tavolo Per Due [streaming Amazon Prime Video]
  • First Love [streaming Amazon Prime Video]
  • Tornare a vincere [streaming Chili]
  • Bullet Train
  • L'Abbinamento Perfetto [streaming Netflix]
  • Prendimi! [streaming Chili] [rewatch]
  • Game Night - Indovina chi muore stasera? [streaming Chili]
  • Di nuovo in gioco [streaming Chili]
  • Black Mass - L'ultimo gangster [streaming Chili]
  • Spiderhead [streaming Netflix]
  • Let It Snow - Innamorarsi sotto la neve [streaming Netflix]
  • Sierra Burgess è una sfigata [streaming Netflix]
  • Life of The Party - Una mamma al college [streaming Chili]
  • Tall Girl [streaming Netflix]
  • Tall Girl 2 [streaming Netflix]
  • Rampage - Furia Animale [streaming Chili]
  • After 4 [streaming Amazon Prime Video]
  • L'amore criminale [streaming Chili]

Perché ero convinta che After 4 fosse finalmente il film conclusivo? Perché invece ho visto comparire un "continua..." prima dei titoli di coda? Mannaggia a me. 
 
 
MUSICA
 
 
In più c'è stato un ascolto generale - e prolungato - delle intere discografie di Yellowcard e Boys Like Girls perché entrambe le band questo mese sono tornate a suonare insieme dopo anni dallo scioglimento e/o dalla pausa e quindi non potevo non farlo - e soprattutto nel caso degli Yellowcard, dato le reazioni felici di fronte all'entusiasmo del pubblico di Chicago, spero che questo gli faccia venire la voglia o l'ispirazione per un nuovo album. Ovviamente non mi farebbe schifo se lo stesso accadesse ai Boys Like Girls - insomma, una ragazza potrà pure sognare. 
 
---
 
Il mio settembre si conclude qui, ditemi ora del vostro!

giovedì 29 settembre 2022

[Recensione] "Te lo dico sottovoce" di Lucrezia Scali

Ultima recensione di settembre - che è veramente volato.
 
 
Titolo: Te lo dico sottovoce
Autrice: Lucrezia Scali
Data di uscita: 4 gennaio 2016
Pagine: 278 (copertina rigida)
Editore: Newton Compton Editori
Link Amazon: https://amzn.to/3qQu2t5

Trama: Mia ha trent’anni, un passato che preferisce non ricordare e una famiglia da cui cerca di tenersi alla larga. Meglio stare lontano dalle frecciatine della sorella e da una madre invadente che le organizza appuntamenti al buio… Di notte sogna il principe azzurro, ma la mattina si sveglia accanto a Bubu, un meticcio con le orecchie cadenti e il pelo morbido. La sua passione sono gli animali e infatti, oltre a gestire una delle cliniche veterinarie più conosciute di Torino, Mia sta per realizzare un progetto a cui tiene moltissimo: restituire il sorriso ai bambini in ospedale attraverso la pet therapy. Il grande amore romantico, però, non sembra proprio voler arrivare nella sua vita. O almeno, così pensa Mia, prima di conoscere Alberto, un medico affascinante, e Diego, un ragazzo sfuggente che si è appena trasferito a Torino dalla Puglia. Cupido sta finalmente per scagliare la sua freccia: riuscirà a colpire la persona giusta per il cuore di Mia?

--- ---

Paradossalmente sono andata più spedita con i libri di Anna Todd e forse avrei dovuto immaginarlo visto che avevo letto un altro libro della Scali anni fa, La distanza tra me e te, e non era andata benissimo - per molti giorni non ho avuto voglia di leggerlo e credevo di essere finita nel blocco del lettore, tanto che mi sono dedicata ad altro per vedere di smuovermi un po'. 

Mi è piaciuto per la parte dedicata alla pet therapy e agli animali e ammetto di essermi commossa in diversi punti quando si parlava di cani maltrattati e poi salvati dalla protagonista - sebbene io sia comunque una fervente gattara. 

Non ho apprezzato però la protagonista - forse è il romanzo un po' troppo corto da questo punto di vista e/o forse troppe cose accadono off-screen, ma tanto viene dato per scontato e non si riesce a conoscere davvero nessuno dei personaggi coinvolti in questa sorta di triangolo. Cosa che comunque io detesto a prescindere. 

La verità è che la maggior parte della storia avviene alla clinica oppure a casa di Mia con il suo cane Bubu, posto in cui ripensa sempre ai suoi amati nonni che l'hanno cresciuta e l'hanno fatta diventare la persona che è. Con i due soggetti maschili in questione, a pensarci bene, le interazioni sono veramente poche e - come detto prima - tante cose avvengono fuori dalla pagina. Soprattutto con Diego ho avuto l'impressione che Mia reagisse in maniera veramente esagerata, fuori dalle righe e in modo assolutamente illogico e irrazionale - non ho mai avuto l'impressione che Diego fosse fuori luogo con frasi o intenzioni, eppure Mia era sempre lì pronta ad attaccarlo e sbranarlo. Non so, tante delle sue reazioni mi sono sembrate veramente fuori dalla realtà come se non potessero veramente accadere in un contesto di conversazione vera e propria - per non parlare che alcune frasi e situazioni mi sono sembrate veramente uscite da una soap opera. 

Insomma, non è andata male ma nemmeno benissimo. 
Ci sono stati aspetti di questa storia che mi sono piaciuti e alcuni aspetti di Mia ho cominciato ad apprezzarli solo da metà in poi quando smette di reagire in maniera isterica a qualsiasi cosa, ma ho sempre ammirato la sua determinazione nel proseguire per la sua strada e nel costruirsi un futuro a suo piacimento nonostante le feroci critiche della madre e della sorella che non fanno altro che ricordarle quanto sia diversa da loro e di come, sempre a loro parere, stia sbagliando tutto nella vita. Questa testardaggine è proprio ciò che alla fine conduce Mia al suo lieto fine.

martedì 27 settembre 2022

Some (New) Books Are (Here) - Speciale Estate

Sono pessima, lo so - negli ultimi mesi ho fatto diversi acquisti e, un po' per pigrizia e un po' perché stavo seriamente pensando di mollare il blog, non mi sono mai decisa a fotografare i libri e ad inserirli nei rispettivi recap mensili.

Quindi adesso vedrete un enorme zibaldone di acquisti, divisi solamente per luogo - fisico o digitale - di acquisto. Almeno quello me lo ricordo.

Some (New) Books Are (Here) è una rubrica inventata da me a cadenza assolutamente casuale nella quale vi mostro le mie nuove entrate in materia librosa, perché sono arrivate in casa mia e via di questo passo.

Cominciamo da Amazon


I'll Give You the Sun di Jandy Nelson è stato probabilmente un acquisto di tarda primavera; l'ho comprato da un venditore terzo che lo vendeva "usato come nuovo", ma devo dire che non sono rimasta soddisfattissima - le pagine sono un bel po' ingiallite dal tempo e la copertina davanti è leggermente... "imbarcata". 

Con il Prime Day di inizio luglio Ten di Gretchen McNeil era calato a cinque euro e quindi ho pensato bene di cogliere l'occasione al volo.

Husband Material di Alexis Hall è invece uno degli acquisti più recenti. Ad essere sincera l'ho comprato un mese dopo la sua uscita, ma ho aspettato di avere un buono a disposizione e l'importante è essersi portate a casa il sequel di Boyfriend Material.


Passiamo ora a Mondadori, che vede il numero più cospicuo di acquisti grazie alle gift card ottenute con Microsoft Rewards. 
 

Dunque, con gli sconti del 20% che la Mondadori ha fatto non mi ricordo quando - fine giugno? inizio luglio? - ho acquistato Gideon La Nona e Harrow La Nona di Tamsyn Muir.

In seguito ho comprato anche Il re delle cicatrici e La legge dei lupi di Leigh Bardugo.

A completare, per coprire interamente l'importo delle gift card, ho anche acquistato: Playlist - L'amore è imprevedibile di Jen Klein, La notte che ho dipinto il cielo di Estelle Laure e LIFEL1K3 di Jay Kristoff, che costava appena sui 4€ e qualcosa e che comunque sta per arrivare anche in italiano. 


Non è poi mancata la Feltrinelli.


Sempre con vari buoni e sconti a disposizione, ho acquistato Le vite dei santi di Leigh Bardugo, Che disagio! di Sarah Andersen e infine il mio amato The Darkness Outside Us di Eliot Schrefer.


Per concludere gli acquisti in supermercati, edicole e Libraccio fisico e online.


Il mio ultimo giorno di lavoro ad inizio giugno, prima di tornare a casa e dopo aver riconsegnato chiavi e badge, mi sono fermata al supermercato a fare un po' di spesa e lì, a neanche cinque euro, ho trovato Le emozioni difettose di Laurie Halse Anderson - che fai, non lo prendi?

Sherlock: Scandalo a Belgravia - Parte II di Jay, Steven Moffat & Mark Gatiss è uscito a fine luglio, ma io me ne sono accorta quasi un mese dopo - complimenti, pacca a me stessa sulla spalla. Per fortuna la mia edicola di fiducia ce l'aveva ancora, sebbene abbia sulla cover dietro un brutto graffio sicuramente causato da un taglierino.

Mio padre ha poi fatto un ordine su Libraccio e per arrivare alla spedizione gratuita io ci ho aggiunto Ancora una volta con te di Dustin Thao.

Infine, nella prima quindicina del mese, sono andata in città e da Libraccio - fisico, questa volta - ho trovato e comprato Jack & Alice: Ozi e vizi a Pammydiddle di Jane Austen.

---

Questi i miei acquisti degli ultimi quattro/cinque mesi - qualcosa vi ispira?

domenica 25 settembre 2022

[Recensione] "Nothing Less - Ora e per sempre" di Anna Todd

E siamo giunti alla fine - di questa saga e della mia esperienza con i libri di Anna Todd. 

Per inciso, guarderò l'ultimo film di After su Prime Video perché come si può resistere al trash, ma per quanto riguarda la lettura dei suoi libri ho chiuso.


Titolo: Nothing Less - Ora e per sempre
Titolo originale: Nothing Less
Serie: Landon Gibson #2
Autrice: Anna Todd
Data di uscita: 14 febbraio 2017
Data di uscita originale: 6 dicembre 2016
Pagine: 260 (copertina rigida)
Editore: Sperling & Kupfer
Link Amazon: https://amzn.to/3BSnNuT

Trama: Nora e Dakota sono determinate a conquistare il cuore di Landon, ma lui è stufo di dover stare sempre all'erta, nel vano tentativo di capire cosa sia vero e cosa no. Con Nora può essere quello che vuole, senza pressioni, senza timore di sembrare bravo o noioso, forte o debole. Eppure, l'idea di non conoscere fino in fondo la ragazza che ha accanto lo fa impazzire. E non sa che farsene di briciole di verità, se poi galleggiano in un lago di segreti e bugie. Vorrebbe credere di conoscerla meglio di così, che ci sia una spiegazione magica dietro tutto il mistero che la circonda. Landon non ci è abituato. Con Dakota era diverso: conosceva sempre i suoi segreti, perché ne era parte. E anche se lei ora è molto diversa dalla ragazza con cui ha condiviso tante lacrime e tanti bei ricordi, lasciarsi il passato alle spalle è difficile. Ma Landon non è disposto ad accontentarsi di un amore qualunque, vuole un amore infinito. Niente di più. Niente di meno. Per conquistarlo dovrà però trovare il coraggio di fare una scelta. Solo così potrà finalmente vivere il suo ora e per sempre.
 
--- ---
 
I primi due libri si potevano tranquillamente evitare o perlomeno condensare in un capitolo all'inizio di Nothing Less vista la loro inutilità e ripetitività. 
 
Questo è decisamente il volume più corposo, quello che contiene tutte le risposte che il lettore desidera dopo essersi trascinato dietro i precedenti libri. 

Per fortuna la storia contiene meno triangolo amoroso di quanto le trame vorrebbero vendere perché altrimenti sì che avrei lanciato il libro fuori da una qualche finestra. 
 
Dakota risulta più umana, ma è perché la vediamo attraverso gli occhi di Landon ed è proprio lui a farcela ritornare quando si fa prendere da scenate isteriche, meschinità, gelosia e immaturità. 
 
Se poi devo dire la verità, anche Nora non è che brilli per coerenza e/o simpatia qui e arriva a tirare fin troppo la corda: pretende che Landon sia sincero sul suo rapporto con Dakota, vuole sapere cosa li lega e che passato hanno avuto da essere ancora così un punto fermo l'una nella vita dell'altro, ma lei continua ad evitare domande e a sviare discorsi e ad omettere tutto ciò che Landon vorrebbe sapere anche quando è messo di fronte a fatti e frasi che lo lasciano confuso. Per fortuna la cosa non viene poi tirata tanto per le lunghe a quel punto e la Todd non ci ha scritto sopra altri cinque romanzi perché anche no - anzi, manco mi ricordavo che nell'ultimo volume di After si assisteva al matrimonio di Landon, anche se la sposa non era specificata a quanto pare. 

Sebbene sia il volume più "corposo" in fatto di avvenimenti e verità rivelate, decisioni prese e futuro felice, di fatto resta comunque un romanzo che si trascina dove non mancano frasi ripetute all'infinito - non importa se cambi alcune parole, il concesso/succo resta sempre quello. E per riempire i vuoti non sono mancate le scene di sesso e i pensieri sul sesso anche quando non erano necessari. 

Inutile nominare la palla al piede rappresentata da Tessa e Hardin che oh, guarda un po', si sono mollati un'altra volta e sono terribilmente infelici, rendendo quindi di fatto infelici tutti gli altri. 

Ci sono stati passaggi che comunque ho apprezzato e sebbene Landon sia fin troppo buono e perfetto, perdonando anche cose per cui io avrei sclerato venti volte, capisco il discorso sulla difficoltà di lasciare andare una persona con cui hai trascorso metà della tua vita e a cui sei legato da eventi che avrebbero fatto soccombere chiunque altro - ci vuole molta maturità in questo. 

venerdì 23 settembre 2022

[Recensione] "Nothing Less - Fragili bugie" di Anna Todd

Certo nessuno potrà dire che non sono costante nella mia tenacia di andare avanti...
 
 
Titolo: Nothing Less - Fragili bugie
Titolo originale: Nothing Less
Serie: Landon Gibson #2
Autrice: Anna Todd
Data di uscita: 10 gennaio 2017
Data di uscita originale: 6 dicembre 2016
Pagine: 256 (copertina rigida)
Editore: Sperling & Kupfer
Link Amazon: https://amzn.to/3Bu5XND

Trama: Sotto il cielo di New York, Landon sta facendo del suo meglio per rimanere il bravo ragazzo di sempre, timido e impacciato, ma non è facile resistere alle tentazioni. E le sue buone intenzioni scompaiono ogni volta che i suoi occhi incontrano quelli di Dakota o... di Nora. Landon sa di non poter continuare a stare in bilico tra tutte e due, ma fare una scelta sembra quasi impossibile. Entrambe non fanno che confonderlo. Dakota un giorno gli dichiara il suo amore, e il giorno dopo scompare. E Nora non è da meno. Pur di conoscerla meglio, Landon le ha promesso di lasciarle il suo spazio, anche se in verità muore dalla voglia di sapere tutto di lei: da quanti cucchiaini di zucchero mette nel caffè a qual è la sua canzone preferita. Ma troppe bugie e segreti si nascondono nell'ombra. Landon non sa che fare, e questa volta non può nemmeno contare sull'aiuto di Tessa: la testa e il cuore dell'amica sono ancora presi da Hardin, che, in arrivo a New York, rischia di mandare all'aria quel precario equilibrio conquistato a fatica...

--- ---

Qui finalmente accade qualcosa e si vede un po' di azione - soprattutto Tessa smette di piangere, Hardin arriva in città e siamo in quella fase "sì ma no" della loro relazione. 

Landon finalmente mostra un po' di spirito di iniziativa e un po' di spina dorsale e per quanto io continui a trovare insopportabile Dakota, devo ammettere che qui mostra un lato umano - ma ciò comunque non toglie che sia alla stregua di una bambina capricciosa, sia in certi flashback di Landon che in alcune scene del presente. 

Nora da quel punto di vista mi piace di più, anche se tutto il mistero del suo passato comincia ad essere tirato un po' troppo per le lunghe - e diccelo e basta! 
Devo dire che l'aver introdotto il suo punto di vista nella narrazione aiuta a conoscerla un po' meglio - ma comunque ancora non si arriva da nessuna parte. 

È la stessa cosa che accade con Landon e la sua infanzia/adolescenza in Michigan: ci è stato ormai detto un sacco di volte che Carter, il suo migliore amico e fratello di Dakota, è morto e sebbene si possa intuire velatamente il motivo per cui fosse tanto odiato in quella cittadina, ancora non ci è stato detto chiaro e tondo. 

Già la Todd scrive e ripete le stesse frasi con parole appena diverse un centinaio di volte per allungare il brodo e far sembrare quella che di fatto è una novella annacquata come un vero romanzo, ma che poi la Sperling lo divida a metà rende le cose ancora peggiori. 

Dai che me ne manca solo uno. 

mercoledì 21 settembre 2022

[Recensione] "Nothing More - Cuori confusi" di Anna Todd

Ogni tanto mi chiedo chi me lo faccia fare. 

Ah sì, il mio masochismo.
 
 
Titolo: Nothing More - Cuori confusi
Titolo originale: Nothing More
Serie: Landon Gibson #1
Autrice: Anna Todd
Data di uscita: 22 novembre 2016
Data di uscita originale: 20 settembre 2016
Pagine: 199 (copertina rigida)
Editore: Sperling & Kupfer
Link Amazon: https://amzn.to/3qLR5oF

Trama: La vita di Landon a New York non sta andando esattamente come aveva immaginato. E il suo cuore è più confuso che mai, in balia di Dakota, la sua fidanzata di sempre, e Nora, la nuova amica di Tessa. La promessa di restare soltanto un amico per entrambe sembra impossibile da mantenere. Perché Dakota è tutto ciò che Landon ha sempre voluto, la sola persona con cui sia stato, il suo primo e unico amore. Per Landon, non è mai stata una semplice tappa, ma la meta. E ora che lei è tornata nella sua vita, all'improvviso, dopo averlo lasciato senza troppi convenevoli appena arrivato a New York, ogni volta che la guarda Landon non può fare a meno di pensare ai tanti momenti trascorsi insieme. I baci, le carezze e le lacrime. Per lui, Dakota è un libro aperto. Non certo come Nora. Sfuggente e intrigante, Nora è una specie di enigma. Con lei, Landon ha la costante sensazione di trovarsi davanti a un mistero difficile da svelare, e ne è attratto come da un frutto sconosciuto e proibito. All'apparenza mondi opposti, Nora e Dakota hanno però più cose in comune di quelle che vorrebbero. Ed entrambe sono determinate a conquistare il cuore di Landon. Ma quanti ostacoli è disposto a superare lui per trovare il proprio amore infinito?

--- ---

Un altro libro pieno del nulla più assoluto, ripetitivo fino alla noia e alla nausea e anche se fosse rimasto intero come nell'edizione originale, dubito fortemente che la cosa sarebbe migliorata o sarebbe andata giù più liscia al lettore. 

Praticamente accadono le stesse cose che accadono nella prima parte: Landon va un giorno al lavoro e per il resto sta a struggersi per l'adolescenza e l'amore bellissimi perduti nel Michigan - ma anche lì si capiva che Dakota faceva il bello e il brutto tempo a suo piacimento - mentre in realtà non riesce a spegnere l'attrazione per Nora. 

Dakota viene a piangere lacrime di coccodrillo, salvo essere estremamente sgradevole il minuto dopo e credo sia addirittura più psicolabile di Hardin - il che è tutto dire. Landon continua a giustificarla, non si arrabbia, ricorda la Dakota di un tempo - e già li aveva le fette di prosciutto sopra gli occhi, ora invece ha proprio i maiali - e praticamente si autoflagella ogni volta che Dakota fa una scenata delle sue. 
 
Mamma mia, che rammollito - e dire che davo a Tessa della smidollata. E non avevo comunque torto, visto che pure in questa seconda parte Tessa non fa altro che piangere, dormire, lavorare e vivere nell'attesa e nel terrore di una telefonata o visita di Hardin. 

La noiaaaaaaa. 

Nora sarebbe anche un po' interessante, ma anche lei cambia umore abbastanza in fretta come una banderuola - un minuto prima è questa gran donna vissuta che flirta e ammalia, quello dopo è seria e sull'orlo della lacrime e ha dei segreti "oh così oscuri che tu non puoi assolutamente salvarmi, ti prego lasciamo le cose come stanno". 

Dio, come odio questi drammi. 

 
Vado avanti a torturarmi? Ovvio che sì. 

lunedì 19 settembre 2022

[Recensione] "Nothing More - Dopo di lei" di Anna Todd

 Vi avevo detto che mi sarei messa a raschiare il fondo del barile, no?


Titolo: Nothing More - Dopo di lei
Titolo originale: Nothing More
Serie: Landon Gibson #1
Autrice: Anna Todd
Data di uscita: 25 ottobre 2016
Data di uscita originale: 20 settembre 2016
Pagine: 281 (copertina rigida)
Editore: Sperling & Kupfer
Link Amazon: https://amzn.to/3qE5Zxg

Trama: Nessuno è davvero innocente. Nemmeno Landon, il bravo ragazzo. New York, con i suoi grattacieli vertiginosi e la vita frenetica, è forse l'ultimo posto al mondo in cui Landon Gibson avrebbe immaginato se stesso. Eppure, quando la sua ragazza di sempre, Dakota, si trasferisce lì per studiare danza, decide di seguirla. Una nuova vita lo aspetta nella città che non dorme mai. Insieme però a un'amara sorpresa. Poco dopo il suo arrivo, infatti, Dakota rompe con lui. Per Landon è una doccia fredda. Ha sempre pensato che New York sarebbe stato l'inizio del suo futuro, non certo la fine del suo passato. Mentre ora deve trovare la forza di ricominciare, dopo di lei. Per fortuna al suo fianco, c'è Tessa, la sua migliore amica. Insieme condividono un minuscolo appartamento a Brooklyn e... il cuore spezzato. Anche se impacciato e un po' ingenuo, Landon è però bello, gentile, atletico e divertente, e non passa molto prima che nuovi occhi femminili si posino su di lui. Molte sorprese attendono il suo cuore. Ma trovare la propria strada non sarà facile perché l'amore, a volte, è un vero casino. Messo alla prova, Landon saprà confermarsi il bravo ragazzo, fedele, serio e perfetto, il "marito ideale" che tutti credono?
 
--- ---
 
E non solo l'ho raschiato, ma sono andate anche oltre. 
 
 
Cosa ricordavo prima di mettermi a leggere questo libro dopo la fatidica estate del 2017 passata a leggere tutta la serie di After con quelle due piaghe umane di Tessa e Hardin: Landon era l'unico personaggio decente e con un po' di sale in zucca, aveva fin troppa pazienza con quei due casi umani che si ritrovava come migliore amica una e fratellastro l'altro, stava con la stessa tipa da una vita (forse con una relazione a distanza), ad un certo punto si era mollato da suddetta tipa e nello specifico forse era stata lei a lasciarlo per un altro. 

Fine. Stop. 

La trama poi mi ha confermato che molti dei miei ricordi erano esatti.


A posteriori mi rendo conto che forse le mie valutazioni di After erano state anche fin troppo generose, ma perlomeno in quel marasma di litigi e relazioni tossiche qualcosa accadeva. Qui invece accade il nulla più totale non solo perché Landon non fa nulla, ma anche perché la Sperling - per far più soldi - ha deciso di dividere Nothing More in due volumi, cosa che poi accadrà anche con Nothing Less

Quindi qual è la metà di nulla? Niente. 
Nothing
Ahahaha, l'avete capita? 

 
In ogni caso, se prima avevo comunque un'opinione abbastanza positiva di Landon, qui mi sono veramente cadute le braccia. 

Non accade nulla in questo volume: lo vediamo brevemente lavorare - tipo una pagina - in una caffetteria, lo vediamo lamentarsi di non avere amici, lo vediamo lamentarsi di New York e metterla continuamente a confronto con il piccolo paese del Michigan dal quale proveniva prima di trasferirsi nello stato di Washington all'università, lo vediamo continuamente ricordare la sua adolescenza e Dakota, Dakota, Dakota. 
 
Dakota che fa la ballerina, che è sexy e bellissima, che l'ha mollato per essere più libera e capire chi è, Dakota che continua a spuntare e a fare scenate. 
Seriamente, l'ha mollato lei sei mesi prima e fa la gelosa, si comporta come se lo rivolesse indietro ma intanto lo prende in giro e gli dà dello sfigato, fa una scenata perché lui sembra essere andato un po' "avanti" con Nora, l'amica di Tessa. 

Dakota è veramente incommentabile, Tessa ogni volta che appare ha appena pianto/sta piangendo/sta per piangere per Hardin, Landon sarà anche un bravo ragazzo ma qui perde tutto l'amor proprio e il briciolo di rispetto che gli portavo perché sta sempre lì a reprimere i suoi sentimenti, a cercare di capire la povera Dakota - leggi: sarcasmo - e a fare lo smidollato, quando invece ci vorrebbe una bella sfuriata che la rimettesse al suo posto. 
Okay essere bravi ragazzi, ma ci sono milioni di sfumature tra l'essere smidollati e l'essere come Hardin. 

Nora in tutto questo è l'unico personaggio decente: un po' più grande, un po' più matura, flirta sempre con Landon e non si capisce se sia una cosa tanto per fare oppure qualcosa di serio perché, come sempre, lo sviluppo dei personaggi e delle loro personalità è piatto come una sogliola. 

 
Andrò avanti? 
Ovviamente sì perché non c'è mai limite al peggio. 

giovedì 15 settembre 2022

[Recensione] "Ogni nostro segreto" di Katie McGarry

E sono giunta alla fine di questa serie che ho messo in pausa per anni - e ancora non sapete cos'ho in programma di ripescare dal fondo del barile.
 
 
Titolo: Ogni nostro segreto
Titolo originale: Chasing Impossible
Serie: Pushing the Limits #5
Autrice: Katie McGarry
Data di uscita: 26 giugno 2018
Data di uscita originale: 1 luglio 2016
Pagine: 410 (copertina rigida)
Editore: DeAgostini
Link Amazon: https://amzn.to/3RS33sp

Trama: Ribelle e indipendente, Abby lascia entrare solo pochissime persone nella sua vita. Non si fida di nessuno. E non è disposta a cedere all'amore. Mai. Per nessun motivo al mondo. Perché quello che fa per racimolare spiccioli è un lavoro troppo pericoloso. Un lavoro di cui non va fiera, ma che - per via di suo padre e del doloroso segreto che entrambi custodiscono - non può abbandonare. Nei sobborghi di Louisville, Abby spaccia droga e ogni giorno si convince che non c'è altra scelta per lei, e che non le importa di niente e di nessuno. Ma a Logan importa di lei. Logan. Il ragazzo bello e dannato che farebbe di tutto per essere più di un amico per Abby. Eppure, quanto più i due si avvicinano, tanto più una fitta coltre di segreti li allontana. Segreti che, se svelati, potrebbero mettere fine a quel che sta nascendo tra loro.

--- ---

Quest'ultimo romanzo della serie l'ho letto più velocemente, forse perché Abby è un personaggio davvero interessante e pieno di luci e ombre - e inoltre Logan è uno dei miei nomi maschili preferiti e finisco sempre per prendermi una cotta per qualsiasi ragazzo di carta si chiami così. 

Anche in questo caso, come nel precedente, sono dovuta andare a rispolverare i vecchi romanzi per ricostruire un po' il passato - essendo Logan amico di Ryan, protagonista del secondo libro, sono dovuta andare indietro di parecchio. 

Abby era quella che finora aveva avuto più spazio tra l'essere la migliore amica di Isaiah e Rachel - coppia del terzo libro - e la spina nel fianco di West - coprotagonista del quarto romanzo - e finalmente anche quello schizzato assetato di adrenalina di Logan ha trovato il suo posto. 
 

Fin da quando li incrociamo insieme per la prima volta, Abby e Logan non fanno altro che flirtare e fare battute senza mai attraversare il limite del "di più". Abby è una spacciatrice per dovere e non perché si diverta o ami quello che fa e sa che le acque in cui naviga sono pericolose: non può permettersi di voler bene a qualcuno, di affezionarsi, perché trascinare qualcuno nel suo mondo può condannare lei e quella persona a morte. Logan invece è tremendamente incuriosito da Abby, stuzzica quel suo lato che cerca la prossima missione pericolosa in cui lanciarsi e vede in Abby, quelle rare volte in cui abbassa la guardia, qualcosa di più della spacciatrice e della cattiva ragazza che vedono tutti. Il problema è che Abby ce la mette tutta per tenerlo a distanza e farsi lasciare in pace. 

Entrambi hanno dei segreti: Abby spaccia per un motivo preciso, ha dei doveri e delle responsabilità e, anche se volesse lasciare quella vita, non sa se ne avrebbe l'opportunità di farlo - di sicuro non adesso; Logan invece tiene nascosto a tutti qualcosa da dieci anni per timore che possano vederlo in maniera diversa. 
Entrambi si attaccano a questi segreti con tutte le loro forze, ma poi le cose si complicano e si fanno pericolose e l'unico modo per uscirne vivi - e insieme - è iniziare ad essere sinceri e a fidarsi degli altri. 

 
Ho trovato la storia di Abby e Logan ben costruita e coerente con le personalità di entrambi i personaggi. Abby è sicuramente la protagonista con più sfaccettature di questa serie e ho amato tutti gli altri personaggi - ma proprio tutti, tornano tutti in questo ultimo romanzo - che sono stati in grado di esserci per Abby anche quando non erano a conoscenza di tutta la storia. Ovviamente ho amato Logan, ma ho amato anche il lato protettivo di Isaiah e West - che interagiscono con Abby e Logan più di tutti gli altri - quando le cose si fanno particolarmente dure. 
 
Abby credo sia quella che ha fatto il percorso migliore nel corso della serie e ruba veramente la scena anche al suo coprotagonista. Insieme però hanno una grandissima chimica - l'avevano sin dal terzo libro - ed entrambi tirano fuori il meglio l'uno dall'altra.

Naturalmente non manca il lieto fine e ho amato l'epilogo corale con tutti i protagonisti della serie coinvolti e con uno sguardo ulteriore al loro futuro e al loro di lieto fine.