lunedì 15 agosto 2016

What's on my bedside table? #1 | "Above the Waterfall" di Ron Rash

E buon inizio settimana, miei cari. 

Confession time: volevo assolutamente raccontare l'interessantissima(?) storia di come io e il libro in oggetto ci siamo conosciuti, ma poi mi sono resa che se l'avessi scritta nella recensione molti di voi avrebbero chiuso la pagina web prima ancora di arrivare alla scheda del libro. Quindi ho pensato bene di andare in prestito di una rubrica che non avevo avuto ancora occasione di scrivere qui sul blog perché una sua parte risponde perfettamente alle mie esigenze. 
E indovinate un po'? 
Mi sono lasciata prendere la mano e credo di essere andata un pelo fuori tema.

What's on my bedside table? è una rubrica ideata da Valy di Sparkle from books, in cui, nel giorno di lunedì, vi viene mostrato quale libro si trova sul mio comodino e come mai.


SUL MIO COMODINO C’È...
Above the Waterfall di Ron Rash
Rispetto a tanti altri in libri in TBR, questo è relativamente recente e mi ero ripromessa di leggerlo quest'estate quindi, ehi! per una volta mantengo una sorta di ordine


SONO A... 
Pagina 23. Sono indietrissimo. Avevo programmato di iniziare a leggerlo sabato, ma poi sono stata presa da altro - ovvero sfogliare vecchi album di foto dei miei genitori e di me da piccola e farmi delle sane risate sulle mie espressioni perennemente imbronciate. Ieri invece ho dormito fino a metà pomeriggio in coma post-sabato sera e poi sono uscita all'ora di cena per andare al falò con gli amici. Le pagine lette sono solo 23 perché l'ho iniziato poco fa, dopo un altro coma di sonno dovuto al fatto di essere andata a letto alle 5:30 del mattino. 


È SUL MIO COMODINO PERCHÉ... 
La mia storia con questo libro è nata quasi un anno fa. 
L'estate scorsa ho letto Una folle passione dopo aver perso il film al cinema e comprato il libro a febbraio - sì, fate un po' i conti di quanti mesi richiedano i miei libri in TBR per essere letti e ancora non ci sarete nemmeno vicini. 
Il punto è che l'ho davvero amato - ho amato lo stile dell'autore, ho amato i suoi personaggi, ho amato le sue descrizioni del North Carolina per niente invasive e pesanti durante la lettura. Potete leggere di Una folle passione e del confronto con il film QUI
Senza doversi scomodare ad andare fino in città, nel posto dove vivo io c'è un'unica libreria aperta tutto l'anno ed essendo questo un luogo turistico, con mia somma gioia ha anche un sacco di libri in lingua originale. 
Forse non lo sapete perché il blog è aperto relativamente da poco, ma ho ripreso a leggere in italiano solo recentemente perché ho passato l'ultimo anno - a parte qualche eccezione - a leggere in inglese. Leggendo in inglese quindi, la sezione dei libri in lingua era la prima nella quale mi fiondavo per vedere se c'era qualche libro già presente nella mia wishlist o comunque qualcosa che mi potesse ispirare. 
Se non era settembre quando sono andata a farmi il secondo tatuaggio, forse era ottobre - comunque era autunno. Guardavo i nuovi libri in lingua che non erano lì la volta precedente che ero stata in libreria e improvvisamente ho visto il nome di Ron Rash e in un attimo avevo il libro in mano - peccato che poi l'abbia posato perché il prezzo mi ha letteralmente tolto il fiato dai polmoni. 
La prima cosa che ho fatto è stata andare su Amazon a cercare la copia in paperback, salvo scoprire che sarebbe uscita quest'estate. Troppo, ma troppo tempo da aspettare. 
Mi sono consolata dicendo che perlomeno la cover era la stessa e che costava anche meno, ma mi è capitato di tornare in libreria almeno altre tre volte nel corso dell'inverno e ogni volta una parte di me sperava che il libro ci fosse ma allo stesso tempo che qualcuno se lo fosse portato via così io non sarei caduta in tentazione. Ma il libro era sempre là a guardarmi e a chiamarmi e a chiedermi di salvarlo da eventuali mani poco gentili nei suoi confronti. Giuro che l'ha detto.
Fino al momento in cui giunge maggio, io sono ancora in libreria e il libro è ancora lì a fissarmi in tutto il suo splendore di "FIRST EDITION" scritto all'interno, copertina liscia e rigida come l'altro di Ron Rash che possiedo e disegni/foto che scandiscono i vari atti della storia e quindi chissenefrega se costa 27,30€ - mannaggia a te.

2 commenti:

  1. Sai che anche a me e' capitato molto molto spesso di instaurare un rapporto che puo' benissimo definirsi "fisico" con un libro? E" magnetismo assolutamente, l'ultima volta mi e' capitato con "io prima di te" e il resto... E' storia! ❤️

    RispondiElimina
    Risposte
    1. È sempre intenso quando succede!

      Elimina